Rassegne "Che spettacolo ragazzi!"

POLLENZA

Teatro Comunale Giuseppe Verdi

Piazza della Libertà 25

Inizio spettacoli ore 17.30
Biglietteria aperta dalle ore 16.30

INFO E PRENOTAZIONI
328.7756579 – info@lagruragazzi.it
PREVENDITA ONLINE

BIGLIETTO UNICO € 5,00 (+ € 0,50 se acquistato online) 

16 GENNAIO

CAPPUCCETTO, UNA FIABA A COLORI

Lagrù Ragazzi (Fermo)

Un attore è ormai stanco di raccontare sempre la solita Cappuccetto Rosso. Il lupo, la nonna, il cacciatore…che noia. Decide allora di colorare Cappuccetto di Giallo, Verde, Bianco e Blu creando dal nulla scenari inaspettati e fantastici.
Cappuccetto Verde, ambientata in un bosco tutto verde, verrà aiutata dalla Rana Verdocchia a sconfiggere il lupo. Cappuccetto Giallo, in una città caotica e piena di traffico, dovrà imbattersi in un lupo tassista a bordo di un terribile suv. Cappuccetto Blu in un mare tutto blu sfiderà il terribile Squalo Lupo in una gara di nuoto. Cappuccetto Bianco invece sarà ambientata in un mondo tutto coperto di neve.
Liberamente ispirato a Cappuccetto Verde, Giallo, Blu e Bianco di Bruno Munari, lo spettacolo vede in scena un attore che attraverso l’utilizzo di oggetti e pupazzi narra la storia più amata dai bambini coinvolgendoli nel racconto.

13 FEBBRAIO

SUPEREROI DA COMMEDIA

Lagrù Ragazzi (Fermo)

La vita nella città di Puppet City scorre tranquilla fino a quando non irrompe in scena un nuovo supercattivo che vuole distruggerla.
Un occhio bendato, un cappello a cilindro e una giacca viola sono gli unici segni di riconoscimento. Nessuno sa chi sia, per questo è stato soprannominato Mister X.
Il Sindaco Crunch chiama a raccolta tutti i supereroi che però in men che non si dica vengono sconfitti dalle straordinarie abilità di Mister X.
Chi riuscirà ora a salvare il mondo da questa terribile minaccia?
L’ultima possibilità è affidarsi ad un gruppo strampalato di burattini mascherati dalle capacità discutibili. Arlecchino “Burattino Invisibile…ma non troppo”, Sandrone “Puzzette Soporifere”, Rugantino “Bastonatore Folle” e Mengone “Testa di Ferro”. Riusciranno a sconfiggere il terribile nemico e ha riportare la pace nel mondo dei burattini?

Lo spettacolo trae spunto dalla ricca letteratura supereroistica e ne ribalta le caratteristiche in chiave comica. I superpoteri dei burattini infatti non sono efficaci come quelli dei supereroi da fumetto, anzi, causano disastri a non finire. Il ritmo frenetico accompagna l’azione tra gag e situazioni assurde in un vortice continuo di risate.

20 MARZO

IL BRUTTO ANATROCCOLO

Nata Teatro (Arezzo)

Ci troviamo nel giardino delle uova pensierose e due strani personaggi hanno il compito di accudirle; infatti, sono delle uova particolari: custodiscono i sogni e le speranze di tutti gli uomini. Poi un giorno, le uova si schiudono e nasce un goffo pulcino; lui è diverso dagli altri e per questo rifiutato da tutti, tanto che decide di fuggire. Durante il viaggio, affronterà mille e mille peripezie, incontrando molti personaggi che lo aiuteranno e… altri che lo ostacoleranno.
Lo spettacolo, ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen, è una rivisitazione con le tecniche del teatro di figura che attua un percorso sulla parità e che vuole insegnare ai ragazzi l’accettazione di sé, la meravigliosa avventura della crescita e la necessità di sognare e sperare; un modo per raccontare le diversità e le varie tappe della vita, attraverso la crescita, l’accettazione di sé stessi e la scoperta dei propri talenti.
L’uso dei pupazzi, la narrazione e la freschezza dell’interpretazione, condurranno i piccoli spettatori all’interno di una storia dolce e divertente al tempo stesso, una fiaba che parla tanto al pubblico delle famiglie, quanto a quello delle scuole, dato lo spessore pedagogico della trama. Il testo è stato scritto in seguito agli incontri e ai laboratori tra gli artisti e gli alunni delle scuole coinvolti in un progetto sugli stereotipi di genere.