Teatro di figura con pupazzi e robot.
Dai 4 anni

con: Oberdan Cesanelli, Stefano Leva e Lorenzo Palmieri
testo e regia: Lorenzo Palmieri
pupazzi: Sollange Ramirez
soluzioni tecniche: Carlo Arcadipane

Franco è un bambino come tutti gli altri. I suoi capelli castani e ricci sono come quelli di qualsiasi altro bambino castano e riccio. I suoi occhi azzurri e profondi sono come gli occhi di tutti i bambini che hanno occhi azzurri e profondi. È alto nella media, né troppo, né poco. Ha un bel sorriso, come i sorrisi dei bambini della sua età, quando riesce a sorridere. Ma nonostante Franco sia un bambino come gli altri, viene sempre preso in giro da tutti. La causa è suo cognome: FRANKENSTEIN!
Decide allora di costruirsi un amico robot con cui giocare ma questa scelta porterà solo guai a non finire.

Lo spettacolo prende spunto dal romanzo di Mary Shelley e tratta il tema della discriminazione e del bullismo da un punto di vista particolare, perché tutti possiamo diventare bulli, anche noi. E’ molto semplice prendersi gioco degli altri pur di appartenere a un gruppo e tutti cadono in questa trappola prima o poi; l’ importante è saperlo riconoscere. 
Attraverso l’utilizzo di pupazzi e oggetti vi portiamo una storia di amicizia, solidarietà e avventura, che vi farà ridere e commuovere.